Lars Ulrich: “La risposta all’album ‘HardWired’ è stata ben oltre la nostra più selvaggia immaginazione”


Il Conduttore Radiofonico di HardDrive Lou Brutus ha condotto un’intervista con il batterista METALLICA Lars Ulrich prima del concerto del 12 maggio della band al Lincoln Financial Field di Filadelfia durante il tour nordamericano  “WorldWired” . Ora è possibile guardare il video qui sotto. Un paio di estratti  (trascritte da BLABBERMOUTH).

Sulla risposta estremamente positiva ai METALLICA del nuova album, “Hardwired… To Self-Destruct:

Lars: “stavo dicendo a qualcuno all’inizio, ho sentito una frase negli ultimi sei mesi che non ho mai sentito prima nella mia vita, mai,in trentacinque anni in una band di rock and roll, la frase è: ‘perché non si suonano più nuove canzoni stasera?’ Di solito, è, come: ‘ perché ne stai suonando così tante ? Perché stai suonando l’intero nuovo album? Suonate più roba vecchia. Suonate più vecchie cose.’ Che è tipo di mantra che si sente quando sei un musicista in questi giorni. E dopo questo album, abbiamo suonato quattro nuove canzoni, abbiamo suonato cinque nuove canzoni, c’erano un paio di spettacoli dove abbiamo suonato sei nuove canzoni — mezzo record — e ancora persone vengono da noi a dire, ‘ Dai, dov’è ‘ Spit Out The Bone ‘? Dov’è ? Dov’è questo? Suonate altre nuove canzoni.’ Ed è, come, amico, abbiamo appena iniziato. Siamo da sei mesi in  ballo, e abbiamo un sacco di piazzole. E siamo solo sempre, come ho detto, i nostri piedi bagnati. Penso che abbiamo suonato sette delle dodici canzoni, e ne abbiamo cinque per finere. E, ovviamente, quella che sembra essere favorita dai fan, come ‘ Spit Out The Bone ‘. Arriveremo a tutto quanto. Non credo che l’introduzione di ‘ Spit Out  The Bone’ in uno stadio [sarebbe la cosa giusta da fare]. È una canzone molto profonda. Penso che potrebbe funzionare meglio in un’arena o qualsiasi altra cosa. Ma, ascolta, il fatto è che i fan hanno abbracciato questo album al livello tale che la gente vuole sentire di più, e con questo ci sentiamo abbastanza sicuri per andare e aprire uno spettacolo di uno stadio con nuove canzoni ,è tipo un testamento ,è impressionante come questo album è stato ricevuto — voglio dire, ben oltre le nostre più selvagge speranze e immaginazioni. E’ veramente successo … delle Persone mentre ero seduto , mi hanno detto, ‘È il tuo miglior album a partire dall’album ‘Black’ ‘. Alcune persone dicono che è il miglior Album che mai. Voglio dire, sentire quella roba dopo trentacinque anni di una carriera, è sorta di pazzia. Perché c’è questa cosa nel music business su, ‘i giorni migliori sono dietro di noi’, e quando si ha ancora la possibilità di contestare che, è una cosa impressionante, soprattutto quando capita come come ha fatto tutto questo. Quindi siamo molto riconoscenti, ed è un momento davvero cool per METALLICA in questo periodo.”

Il perché pensa “Hardwired… To Self-Destruct sia stato così ben ricevuto dai tifosi METALLICA :

Lars: “Ragazzi, mi è stata fatta questa domanda un sacco di volte negli ultimi sei mesi. Voglio dire, non c’è un soundbite come risposta — ci sono  un mucchio di fattori. Penso che il grande eroe sconosciuto in questo intero album, in questo sforzo, è stato il [produttore] Greg Fidelman. Egli è stato il nostro… fondamentalmente, il nostro tecnico del suono, il nostro ingegnere, nostro go-to guy per tutto dal [2008] ‘ Death Magnetic’ e lui c’era… Penso che finalmente ha ottimizzato il nostro sound e capito esattamente che cosa è il nostro modus operandi e come funzioniamo al meglio, sia in termini di studio e di come noi dovremmo suonare e come lo dobbiamo ottenere non solo le prestazioni, ma anche i suoni e i sonics e tutto ciò che serve. Quindi penso che ha molto di cui rispondere. E, sai, ovviamente, queste canzoni sono forse leggermente meno progressive e forse leggermente più coese in un modo e un po’ più orientato al groove. Così che lo è probabilmente una piccola parte. E non si può ignorare… senza troppo essere pazzo qui, non si possono mai dare per scontate le energie dell’universo è come se le cose si stanno allineando e avere fatto l’album giusto al momento giusto. Se questo album fosse uscito due o tre anni fa, forse non veniva ricevuto così. Sai cosa voglio dire? C’è qualcosa circa il paesaggio musica — quello che chiunque altro sta facendo, come se il tuo album sia correlato a quello che tutti gli altri stanno facendo e così via. Quindi ci sono un sacco di tali fattori. E, ovviamente, il nostro fascino e il buon look. [Ride] Ha funzionato. Cioe ‘, che cazzo? Trentacinque anni, qualcuno funziona ancora,e qualcun’altro non funziona. Facciamo sempre del nostro meglio, come lei sa, e quest’ultimo lo abbiamo appena inchiodato. Così Come ho detto, è un buon momento.”

“Hardwired… To Self-Destruct è stato certificato disco di platino dalla RIAA (Recording Association Of America) il 12 aprile. La certificazione di platino riflette 1 milione di album , che fonde il tradizionale album sales, tracce vendute da un album e on-demand flussi audio e video.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *